Profile / Statement

…scritti sparsi

Olga Danelone, attraverso un costante studio di saggi e letture internazionali, giunge al concetto di spostamento, flusso, movimenti composti da materia ed energia.

La comunicazione è intesa dalla Danelone, come linguaggio chimico, come sensore della comunità esteso al suo sviluppo esponenziale sul pianeta (oggi oltre 7.000.000.000), come l’analisi dello status delle comunità degli insetti, in particolare formiche, api e termiti con i loro movimenti apparentemente inspiegabili, ma che si ricollegano al processo della trofallassi. Lo scambio reciproco del nutrimento (base della componente bio-chimica della comunicazione), la quale comporta la dinamica sociale.

L’impulso motorio “moltiplicato nel tempo della totalità dell’universo”, l’dea del transito che sottende il concetto fondante della vita è un punto di partenza della concezione biologica dell’aggregato umano in una visualizzazione territoriale, intesa come espressione di una condizione urbana contemporanea. Questa produce le “mappe”, inconfondibile elaborazione visiva di Olga Danelone. E con le mappe i simboli, assolutamente contemporanei, di un’idea di “transito” inarrestabile, quali le autostrade, gli svincoli, le rotatorie e le confluenze, le scale mobili,- parallelo umano della trofallassi degli insetti- che produce comunanza di intenti e desideri, l’intesa di gruppo, la coesione sociale.

Nella costante ricerca artista si aggiungono di continuo nuove appendici, nuovi ruoli, in cui la Danelone si identifica, come quello dell’Editore, con il copyright, o quello dell’architetto per la necessità, in entrambi i casi, di convalidare, di autenticare il proprio progetto viario, il lavoro prodotto, apponendovi un marchio. Nasce così il timbro “Olga Danelone – International Street View”. Oppure, ultimo corollario di percorso, “Pac-Man, Trophallaxis World” questa creaturina tutto testa e grandi occhi, assimilabile ai giochi elettronici reperibili anche nei casinò e quindi foriera di speranze e desideri, come di percorsi-destino precostituiti, che s’aggira per le vie del mondo, e in cui si immedesima, nell’era tecnologica, la nostra dimensione umana.

Olga Danelone è nata in Italia nel 1964. Compie studi pubblicitari, artistici e multimediali a Udine e ad Urbino: Tecnica Pubblicitaria Cartellonista sede I.r.fo.p. biennio dal 1979 al 1981 Udine; Corso Calcografia – Accademia Raffaello a Urbino nel 1991. Scuola d’Arte Giovanni da Udine, 4 anni dal ‘84 al ’89 a Udine; Corso annuale Graphic Computer al Centro Giovani a Udine 1991; Corso di Tecniche Video con il Cinema Espressione Cinematografica di Udine nel 1994.

Parallelamente al lavoro di pittrice ha svolto in principio un’analisi sulla filosofia orientale e in seguito, insieme a temi scientifici, su quella occidentale. Tuttora filosofia e scienza fanno parte della sua ricerca personale e artistica.

Inizia ad esporre nel 1986. Sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero.

Personali

2019 My way, on the way, Trophallaxis World, Museo d’arte moderna Ugo Carà, Muggia, Trieste, Italy

Spazio nello Spazio, Galleria Mario Di Iorio e Kulturni Dom, Gorizia, Italy;

2018 Planimetrie, Galleria Pab, Portogruaro, Treviso, Italy

2017 Viaggio trofallassi, Casa “Igo Gruden”, Aurisina, Trieste, Italy; Viaggio Trofallassi, LuxArt Gallery, Trieste, Italy

2016 Intime apparenze, Casa delle donne, Udine, Italy

2015 In linea d’aria, Consiglio Regionale FVG, Trieste, Italy

2013 Inventari e Invenzioni, Palazzo Ferrajoli, Roma, Italy

2011 Standby, Galleria Maria Cilena, Milano, Italy

2009 Racconto di multiversi, Istituto Italiano di Cultura, Lubiana, Slovenia e nella Mestna Galerija di Nova Gorica, Slovenia

2007 Alfabeti sognati, Il Laboratorio le Edizioni, Napoli, Italy

2005 Se dici, Kulturni dom, Gorizia, Italy

2004 Se dici, Villa de Brandis, San Giovanni al Natisone, Udine, Italy

2001 Giochi riflessi, Ex Ospedale dei Battuti, S. Vito al Tagliamento, Pordenone, Italy

1997 Presenze e passaggi, Castello di Colloredo di Monte Albano, Udine, Italy

1994 Quale realtà, Sala Antiche Mura, Monfalcone, Gorizia, Italy

Collettive

2018 Caos & Silenzio, Biennale Lucca, Italy; Libro d’Artista DADODU&CO 1977-2017, Archivio di Stato di Salerno, Italy

2017 Più o meno positivi #7, Palazzo Costanzi, Trieste, Italy

2015 Il tempo delle pause, Galleria Maria Cilena, Milano, Italy

2014 Ibridifogli libro d’Artista, Palazzo Pinto, Salerno, Italy; Memoria involontaria, Spazio Trart, Trieste, Italy

2013 Finale Di Partita, Galleria Plurima, Udine, Italy

2012 Proposte plurime, Galleria Plurima, Udine, Italy; Square, Teatro S. Giorgio, Udine, Italy

2011 54.Biennale di Venezia, Trieste; 2+1 mini personali, Galleria Maria Cilena, Milano, Italy

2010 Non Solo Pittura, Galleria Plurima, Udine, Italy

2008 DiSegno mentale, Galleria Grossetti, Milano, Italy; Clicking the territory, Castello Ricetto, Vercelli, Italy

2005 The art Card, Sharjah Art Museum, Dubai, United Arab Emirates

2003 6 anni del Punto 6, San Vito al Tagliamento, Pordenone, Italy

2000 Immagine Naturale di Luciano Fabro, Colonos di Villacaccia, Udine, Italy 

1996 I baffi alla Gioconda, Arte Fiera, Pordenone, Italy

1994 40×40, Galleria Grigoletti, Pordenone, Italy

1987 Africa Price, Mombasa, Kenya (3° premio)

Libri

Olga Danelone In linea d’aria / As the crow flies, a cura di Claudio Cerritelli, editore Trart, 2015, ISBN 978-88-99230-00-5

Olga Danelone Povest o multiverzumu/Racconto di multiversi, a cura di Angela Madesani, Editore Kulturni dom Nova Gorica, 2009 ISBN 978-961-6783-00-2

Olga Danelone Se dici, a cura di Claudio Cerritelli, Collana Arte e Territorio, Arti Grafiche Friulane, Anno 2004

Poeti e pittori di 2° Tempo, a cura di Alessandro Carandente, Marcus Edizioni, Anno 2013, ISBN 9788890819315

English version