Alberto Garlini – La mistica del nulla, Udine 2002

Pubblicato il

La visione mistica si compone di nulla. È visione del nulla. Secondo il percorso neoplatonico: la visione toglie dal mondo le cose del mondo, le astrae fino all’idea, e poi fino all’unità, al bene, al bello, al vero. L’intelletto allora gode del più grande godimento, l’assenza di godimento. (…)Olga Danelone con uno sguardo puramente visionario […]

Cristina Benedetti – Velare l’apparire, svelare l’intimità’, Udine 2016

Pubblicato il

(…) A tratti, compare qualche silhouette smarginata che reca impresso il movimento dell’indossatrice in passerella, o si intuiscono le forme del manichino che riempiono i completi intimi; altre volte, reggiseni e mutandine sembrano biancheria stesa ad asciugare su un filo rivelatore; in genere, i capi si presentano appesi a grucce più o meno visibili e, […]

Marina Giovannelli – Olga, i qualia e la fine delle favole, Udine 2016

Pubblicato il

(…) Che delizia questi coordinati di pizzo, mutandine e reggiseno in bell’esposizione. Ma anche qui: quale sarà il più adatto all’ipotetica ragazza che dovrà indossarlo, quello ‘balconette’, quello a scollatura profonda, quello ‘modello Elena’ senza ferretto? Ciò che manca non è la scelta, è un soggetto desiderante individuale. (…)Le sue ‘apparenze’ sono l’espressione di un […]

Claudio Cerritelli – Inventari e Invenzioni, Milano 2013

Pubblicato il

(…) La ricerca di Olga Danelone sposta… l’esplorazione dei confini che le immagini designano, per indicare la necessaria compresenza di valori estetici e scientifici, analitici e immaginativi… con le inquietudini dell’esistenza, con le esperienze mutevoli della percezione sensoriale che fluiscono senza restrizioni seguendo il vento delle idee. (…) Nella serie degli “inventari bimbi” la pittura […]

Maria Campitelli – Viaggio Trofallassi, Trieste 2017

Pubblicato il

(…)La Danelone riflette sulla crescita esponenziale della popolazione mondiale – oltre sette miliardi – un gigantesco formicaio in movimento caotico, dove l’individuo è assorbito dalla presenza dell’altro, dove ciascuno, automaticamente, s’identifica nell’altro nell’iterazione di atti e movimenti, stabilendo, inconsapevolmente una sinergia simultanea che avvolge il pianeta dando forma a una sorta di emblematica quanto surreale […]

Marina Giovannelli – Olga e la complessità. Figure da pensare, Udine 2016

Pubblicato il

(…) È in arrivo il tempo dell’Out? Il problema sta nel fatto che l’Out, realtà storica e sociale, problemi economici e politici, mondo insomma, non è ‘in arrivo’, l’Out c’è ‘insieme’ all’In, suo specchio (Riflesso), sua Ombra, suo Doppio. Si può fingere di ignorarlo, farsi coinvolgere nella velocità, irretire dalla varietà, inseguire le sue performance, […]

Claudio Cerritelli – Flussi Possibili, Milano 2015

Pubblicato il

(…) Lo spazio dipinto da Danelone è reale e virtuale, concreto e illusivo, luogo di scambio e di contatto, metafora visiva per rappresentare i mutamenti e i nessi relazionali che sono a fondamento della visione interattiva collettiva. Tempo, spazio, misura, dismisura, flusso, smarrimento: sono concetti ri-pensati come rivelatori di comportamenti e condizionamenti senso-motori che – […]

Sabrina Zannier – Tessere, Udine 1994

Pubblicato il 6.678 commenti

(…) Tutti i lavori di Olga Danelone registrano la costante presenza di … tessere sparse sulla superficie, cromaticamente sature e coprenti, o trasparenti al punto da restituire la piena lettura della stesura di fondo. Macchie o, meglio, cellule vaganti, elementi di disturbo, di interferenza tra l’artista e il mondo, minute particelle destinate a lasciare il […]

Vania Gransinigh – Brevi segnali dell’anima, Udine 1997

Pubblicato il 4.616 commenti

(…) La produzione più recente della giovane pittrice che, per gli assunti e gli scopi perseguiti, ben si attesta nel clima italiano della pittura analitica, nata dalle ormai storiche correnti dell’Astrattismo secondo i principi di una pittura-pittura che analizza se stessa nei suoi momenti costitutivi, ponendo, sul medesimo piano, il risultato formale dell’opera e l’azione […]